01 - Edificabilità bene comune

La disciplina dei prezzi immobiliari è indispensabile per lo sviluppo sostenibile e la stabilità delle nazioni
€ 28,00
Disponibilità: Disponibile
ISBN: 9788866113973
NUMERO PAGINE: 344

La grande crisi del XXI secolo mette a nudo l’urgenza di un cambio di rotta dell’urbanistica, indispensabile a salvare la crescita dalle bolle immobiliari. In altri termini, se il vizio d’origine è urbanistico, la soluzione deve, può essere solo urbanistica. Condividendo il pensiero di Paul Krugman e Joseph E. Stiglitz - secondo i quali la causa primaria di questa crisi storica risiede nello squilibrio tra redditi e costi abitativi -, Esposito propone un’evoluzione radicale dell’urbanistica. Edificabilità bene comune avanza la teoria di un’urbanistica sociale di mercato che, elevando l’edificabilità a bene comune, salvi la crescita dalle bolle, consolidi il diritto abitativo e al rapporto equo tra redditi e costi abitativi, e restituisca all’uomo il diritto inviolabile allo «sviluppo». Il libro può interessare tutti, non solo gli urbanisti, ma anche gli economisti, i giuristi, i sociologi, gli antropologi e chiunque desideri capire meglio le relazioni tra speculazione immobiliare, squilibri dei mercati, inquinamento dell’ambiente economico e crisi, e la rilevanza basilare, per l’ordine economico mondiale, di una trasformazione verticistica globale del diritto urbanistico.

Informazioni aggiuntive
Anno Edizione 2015
back to top