47 - La libertà di associazione ed i suoi limiti nelle dinamiche ordinamentali

€ 27,00
ISBN: 9788866118220
NUMERO PAGINE: 266

l riconoscimento della libertà di associazione ed il tipo di tutela ad essa garantito sono da sempre considerati indice del grado di democraticità di un ordinamento, rappresentando l’autonomia associativa una delle pietre angolari di un sistema che voglia definirsi propriamente democratico. Di qui l’interesse per un approfondimento della configurazione di tale libertà nell’attuale contesto storico, seguendo diacronicamente l’itinerario delle modalità di riconoscimento e tutela riservate dagli ordinamenti giuridici all’esperienza associativa, prestando particolare attenzione alle dinamiche evolutive dei limiti alla libertà di associarsi. La circostanza che il diritto di associazione sia oggetto di specifica tutela non solo nella Costituzione italiana, ma anche in ambito CEDU ed UE, giustifica l’approfondimento condotto su tale triplice livello, al fine di utilizzare la libertà di associarsi quale prisma per la comprensione delle dinamiche ordinamentali. L’esame integrato delle norme dedicate alla libertà di associazione dalle tre diverse Carte, con particolare riguardo ai
limiti legittimamente imponibili in base alle previsioni ivi contenute, come interpretate nel dialogo tra le Corti, è prodromico, poi, alla valutazione delle più recenti novelle legislative emanate in regime emergenziale, nell’ambito della cd. lotta al terrorismo, al fine di verificarne l’impatto su tale diritto fondamentale e più in generale sulla democraticità stessa dell’ordinamento, nell’epoca della sempre più netta contrapposizione fra libertà e sicurezza.

Informazioni aggiuntive
Anno Edizione 2019
back to top