Gli strumenti finanziari partecipativi tra esigenze del finanziamento societario e problemi di governance

ISBN: 9791259650665
NUMERO PAGINE: 430
€ 40,00

La monografia ha per oggetto lo studio degli strumenti finanziari partecipativi emessi dalla s.p.a. e l’analisi dell’impatto prodotto dai diritti patrimoniali ed anche amministrativi attribuiti dagli stessi sulle posizioni endo-organizzative dei soci e sulle regole di governance della s.p.a..

Le fonti di diritto positivo, concepite a maglie larghe, lasciano ampio spazio all’autonomia statutaria ed espongono al rischio di vedere alterati gli ordinari meccanismi gestionali e di governo della s.p.a. che potrebbero restare appannaggio dei finanziatori partecipativi piuttosto che dei soci in una visione prettamente finanziaria del fenomeno societario.

La ricerca, dopo l’analisi e la sistemazione tipologica delle diverse fattispecie di strumenti finanziari partecipativi di s.p.a., mira a dimostrare come l’unico argine al completo stravolgimento della governance della s.p.a. sia rappresentato, in mancanza di divieti espliciti, dai limiti di sistema immanenti al diritto societario che trovano il loro precipitato nello scopo lucrativo e nel divieto di patto leonino.

I richiamati principi assicurano che la dimensione finanziaria del fenomeno societario non porti mai ad inaccettabili alterazioni delle posizioni giuridiche soggettive dei soci o, addirittura, ad una pretermissione delle loro prerogative gestorie rispetto a quelle dei titolari di strumenti finanziari partecipativi che rimangono pur sempre finanziatori, sebbene partecipativi, della società.

I limiti di sistema forniscono inoltre preziose indicazioni per l’enucleazione di un criterio di ponderazione dei voti dei titolari di strumenti finanziari partecipativi e dei voti degli azionisti coerente con la supremazia dello status socii che informa tuttora il diritto delle società di capitali.

Informazioni aggiuntive
Anno Edizione 2021

Hanno acquistato anche

back to top